Archive for 16 agosto 2012

Mappe mentali!!!!

E proprio ora, che sono sommersa dallo studio, mi capita tra le mani questo:

Vi siete mai chiesti quale fosse il metodo migliore di studiare, quello che vi permettesse di sprecare poco tempo e ricordare le nozioni apprese?

Matteo di salvo, certificato direttamente da Tony buzan ci indica la strada con il primo DVD in Italia sull’argomento.

Da più di 10 anni insegna tecniche di memoria e metodologie di studio, ha fondato e dirige la scuola mindperformance, con sede a Torino, specializzata in strategie di apprendimento efficace e nel miglioramento e nello sviluppo delle risorse umane.

Queste nozioni ovviamente attirano liberi professionisti, medici, avvocati, imprenditori e tutti coloro che studiano per lavoro e vogliono migliorare i propri risultati.

È master practitioner in Programmazione Neurolinguistica ed è il primo ed attualmente unico TLI in Italia (ThinkBuzan Licensed Instuctor) ovvero istruttore certificato direttamente da Tony Buzan per insegnare le Mappe Mentali.

Le mappe mentali sono uno strumento semplice ed efficace, utile per ogni genere di disciplina, sono la marcia in più per imparare velocemente a gestire la moltitudine di informazioni con cui veniamo bombardati quotidianamente.

In Italia dopo aver frequentato dalle scuole elementari all’università, pochi hanno messo a punto un sistema di apprendimento insegnatogli dal sistema scolastico.

Per molti lo studio si riduce a una lettura ripetuta, per altri ad una mera sottolineatura del testo, per altri ancora a schemi e per qualcuno ad una serie di riassunti. Tutti però sono consapevoli dell’assenza di un vero e proprio metodo, nonostante lo studio sia alla base di qualsiasi attività, personale, professionale o sportiva.

Per tutto il corso di studi ci si deve comportare da autodidatti in un sistema che per prima cosa si dovrebbe occupare di insegnarti ad imparare, e poi fornire le informazioni che, sapendo come gestirle, sarebbe più semplice memorizzare a lungo termine e sfruttare in un modo migliore.

Spesso le valutazioni non tengono conto di quanto tempo ci è voluto per imparare delle nozioni, mettendo sullo stesso livello persone che le hanno imparate in 5 giorni con quelle che l’hanno fatto in 5 mesi.

Ma se tu dovessi far formare il personale della tua azienda, saresti più contento che i tuoi dipendenti stiano assenti per poco tempo e che tornino in possesso delle informazioni per le quali hai investito del denaro oppure ti affideresti al caso, sperando che da giovani siano stati dei buoni studenti?!?

E’ raro che venga chiesto quanto tempo una persona abbia impiegato per acquisire delle informazioni, lasciando tale dato come una casualità, oppure come dote in possesso a pochi geni.

Chi riesce ad imparare bene ed in poco tempo ha una strategia, e nel campo dell’apprendimento la strategia è determinante come in tutti i campi in cui si vada ad operare.

Inoltre un altro elemento da non trascurare è la durata delle informazioni, nel senso che siano fruibili a distanza di anni e non solamente poco tempo dopo averle studiate.

Tutto questo con le mappe mentali è possibile.

Provate ad immaginare di dovere tagliare l’erba in un campo di calcio, avendo a disposizione una falciatrice elettrica oppure un trattore tagliaerba professionale.

Ovviamente scegliereste il trattore, perché avete l’informazione che vi permette di prendere lo strumento idoneo ad effettuare un lavoro in modo efficace ed efficiente.

Lo stesso accade nello studio: voi vi impegnate tutti i giorni usando dei metodi non adatti, che vi fanno assomigliare al giardiniere per che falciare il campo di calcio usa una piccola falciatrice, impegnando tanto tempo. Avere un metodo invece, vi permette di saltare sopra un trattore gigante e di fare lo stesso lavoro in meno tempo.

Ma perché una mappa mentale è così efficace?? Perché usa il linguaggio della nostra mente, che è fatto di immagini, di colori, simboli e creatività.

Da sempre abbiamo imparato a conoscere il mondo con le immagini ma poi, crescendo, abbiamo imparato a leggere , ma le immagini sono quelle che arrivano più velocemente al cervello.

Inoltre con la mappa mentale si sfrutta in modo diverso il campo visivo ed inoltre il concetto di punti chiave, che in modo diretto e veloce focalizzano le parti importanti all’interno di una pagina, che altrimenti sarebbero oscurati dalla moltitudine delle altre parole.

E allora impariamo le mappe mentali ed insegniamo ad usarle ai nostri bambini!

Menù del Vegan Festival Camping Cusio 2012

Ecco cosa hanno trovato gli invitati al Vegan Festival Camping Cusio 2012, che ringrazio per aver portato i vini che hanno innaffiato a volontà tutto quello che segue:

 

Antipasti:

Salatini di sfoglia con veg-wurstel;

Bagnetto verde alle alici felici (cioè senza) su barbabietole “al sangue” (o crude se preferite)

Patè di ceci neri brasati al montepulciano;

Insalata russa;

 

Primi piatti:

Lasagnetta al pesto ;

Spaghetti al profumo di mare, con alghe hijiki, capperi e pomodorini secchi;

 

Secondo piatto:

Seitan alla messicana, con fagioli neri su piadina fatta in casa!!

 

Dolce (fatto da Serena) :

Fantasia dolce allo allo yogurt con frutti di bosco !

Sere, con questo dolce hai permesso una chiusura spettacolare ad una bellissima serata!!!

Ciao!!!!