Perché il ritmo del 2015 sia il nostro!

Il Natale è una festa intima e nello stesso tempo corale. Stare da soli è un’impresa titanica.

Chi lo desidera fortemente, chi assolutamente no. Chi lo sente, chi invece non lo sopporta proprio.

Parlarsene, se ne parla. Anche troppo :-)

 

Per questo, gli auguri che vorrei fare, sono proiettati al nuovo anno e, nello stesso tempo, alla vita di tutti giorni, partendo già da oggi.

L’augurio, che mi viene dal cuore, è quello di godersi ogni attimo, di vivere ogni emozione, di permettersi di essere se stessi, di concedersi tempo, coccole, serenità e amore.

 

Tempo per ascoltare e per ascoltarsi.

Tempo di qualità per stare in ottima compagnia e tempo per stare con noi stessi.

 

Sento che c’è il bisogno di rallentare…

E vi auguro di riuscire a farlo, fin da ora..!!

 

Buon 2015 di armonia e rinascita!

:-)

 

 

 

Emergency e Ifeelgood: che Natale!!!

I nostri mitici Vivi e Leo continuano a superare loro stessi.

Questa volta, tu fai una donazione a Emergency e loro in cambio ti regalano un corso delle edizioni ifeelgood…

Qui il link all’articolo dove spiegano i dettagli.

Un’offerta incredibile, che permette di fare del bene e contemporaneamente di farsi del bene.

Io non me la farei scappare… E, in effetti, non me la farò scappare!  :mrgreen:

Infatti, per chi come me, è un collezionista e possiede già TUTTI i loro corsi, è possibile, dopo aver fatto la donazione, regalare il corso ad un amico, a cui si vuole molto molto bene :-)

Per chi non lo sapesse (sempre che sia possibile non saperlo :p) Viviana Taccione e Leonardo Di Paola sono gli ideatori del Wecoclub, un luogo virtuale fonte di meravigliosi eventi, frequentato da persone speciali con grande voglia di crescere e diventare migliori.

Loro ne sono un ottimo esempio.

:-)

 

 

Cena Benefit pro Novaraveg

 

Questa sera, a Novara, si terrà una Cena Vegan a sostegno delle attività dell’associazione NovaraVeg, grazie alla quale, in città, sono presenti sempre maggiori alternative per i Vegan e anche per chi non lo è  ;-)

Lo scopo dell’associazione, inoltre, è di far conoscere la bontà (in termini di salute ambientale, personale, degli animali) di questa scelta di vita.

Buon appetito!!!  :-)

 

cena_veg_jpg

Vegan Food and Wellness Expo

veganexpo

 

 

Dopo le prime due edizioni, felicemente riuscite, del Novaraveg festival, questo week end la città di  Novara potrà contare su un nuovo evento.

Per la prima volta, infatti, ci potremo godere un salone interamente dedicato allo stile di vita Vegan!

L’evento si terrà

Sabato 25  e Domenica 26 OTTOBRE 2014

Alla Sala della Borsa, di Novara.

L’ingresso è gratuito, notevoli le proposte.

Oltre agli espositori e alle degustazioni, ci saranno show di cucina, la cerimonia del tè, il concerto della Hot Mingo’s 4et & Mauro Porro Band.

Vi aspettiamo!!!

:-)

 

Doppio incontro sullo svezzamento!!

                 

                 VENERDI 6 GIUGNO 2014

                                            Ore 10.00 – 12.00

                             Incontro dedicato all’ AutoSvezzamento!

                                           

                                         

                 LUNEDI 9 GIUGNO 2014

                                            0re 15.30 -17.30

                  Corso di accompagnamento all’introduzione di cibi solidi

I primi anni di vita sono fondamentali perché i bimbi imparino a nutrirsi in modo sano, equilibrato e consapevole. Ho scelto, quindi, di accompagnare e sostenere le mamme affinché il momento dello svezzamento sia sereno ed informato.

Gli incontri si svolgeranno con un numero limitato di mamme (o papà!), perché ognuna trovi lo spazio per sé e per le proprie domande.

Gli incontro si terranno venerdì 6 giugno dalle ore 10.00 alle ore 12 e lunedì 9 giugno dalle ore 15.30 alle ore 17.30 presso Pupulito, in via Costa 43, Novara.

Contributo di partecipazione: 15 euro.

E’ richiesta conferma all’indirizzo email info@pupulito.com

Per richieste specifiche, scrivere all’indirizzo info@tendenzialmentevegan.it

Ifeelgood e spero anche tu!

 

:-)

Penso che ognuno di noi desideri poter dire: I feel good!!!! 

Io ci provo e vorrei condividere con voi alcuni momenti di riflessione.

Grazie alla collaborazione nata col blog di Autodifesa Alimentare,

ho scritto quest’articolo per il blog di Ifeelgood.

Ma cos’è Ifeelgood?

Credo che chiamarlo blog sia riduttivo, perché lo ritengo un luogo di incontro, di ispirazione, di crescita.

Vi consiglio di fare un giro, di assaporare la miriade di possibilità che presenta, che propone, che vive.

Ne parlo come se fosse animato, e lo è,

perché è una community, costituita oltre che dai suoi autori, da tutte le persone meravigliose che ci passano e danno il loro contributo, fosse anche solo di buona energia :-)

A me ha dato tanto e ora, che il loro progetto più visionario (e riuscito!), quello del Wecoclub, festeggia i 5 anni, mi è sembrato quasi scontato parlarvi di loro!

Buona ricerca!

:-)

 

Vellutata di porri e azuki

 

 

Dovrei inaugurare la sezione “Ho cambiato idea”, visto che anche oggi parlo di qualcosa che non mangiavo volentieri, ma che ora mangio e con gusto!

Abbiamo scoperto e cominciato a cucinare i fagioli azuki, parecchi anni fa, quando abbiamo affrontato lo svezzamento di Nicolò e sperimentato nuovi alimenti.

Però li preparavamo per lui e basta.

Ma da allora, viste le ottime qualità nutritive, ogni tanto li compro.

Li cuciniamo in modi sempre diversi ed ogni volta ci chiediamo: ma perché li abbiamo comprati?  :mrgreen:

Questo fino a ieri sera…

L’illuminazione è giunta grazie ad un consiglio di un’amica: fai la vellutata…!

 

Ebbene…: è buonissima!  :-)

L’abbinamento con i porri è venuto così, senza un vero perché. Ma un perché c’è l’ha, visto che, effettivamente, era buonissima!

E anche molto semplice da preparare.

 

Gli ingredienti sono:

Un porro di medie dimensioni

200g di azuki secchi

Una tazza di latte di soia (avevamo quello col calcio)

30 ml di E.v.o.b. (olio extravergine di oliva biologico)

Sale q.b.

 

Abbiamo cotto a parte gli azuki (a parte, perché ne cuociamo sempre un po’ di più).

Abbiamo soffritto leggermente e successivamente stufato il porro, aggiunto gli azuki, la tazza di latte, una tazza di acqua e il sale.

Lasciato andare a fuoco medio per una quindicina di minuti e poi frullato il tutto.

Veloce e deliziosa!

:-)

 

 

Grigia di Torriana: a noi due!

 

 

 

 

Ho passato la maggior parte della mia vita sfuggendo alle mele (onnipresenti alla tavola della nonna, da gennaio a dicembre :-D  ), perché

a me non piacciono le mele.

Questo è ciò che ho pensato fino a quando non ho assaggiato delle mele vere, di qualità meno commerciali, saporitissime, che vengono da produttori locali.

E la Grigia di Torriana è la mia preferita, una renetta, pare adatta al consumo da cotta.

Io la mangio rigorosamente cruda ( con le mele cotte non ho ancora risolto il mio passato burrascoso :-) , a meno che non siano all’interno di uno strudel o di una torta! :mrgreen: ).

È croccante, compatta, dolce, sugosa, aromatica, una delizia…

Ma allora posso mangiare le mele!

Ad onor del vero, ho potuto apprezzare anche altre qualità, tra quelle della zona, e la differenza con quelle gialle (qui, non la vedete, ma ho la faccia inorridita :mrgreen: ) che si trovano nei supermercati tutto l’anno, magari pure farinose, è enorme!

La differenza la fa la qualità della coltivazione, la provenienza biologica, la scelta di produrre antiche varietà e di conseguenza antichi e diversi sapori. Antichi, sì! ma

nuovi per chi non ha avuto la fortuna di provarli prima.

Mi piace rendere onore a chi fa il proprio lavoro con passione e ci tengo a sottolineare che la svolta nella mia relazione con le mele :-) è avvenuta grazie all’azienda agricola il carlin di poum, che, tra parentesi, in primavera ha anche delle fantastiche ciliegie…ma di ciliegie non parlo più perchè mi devo tenere la voglia ancora per qualche mese!  :mrgreen:

 

 

 

Brûlé delle feste

 

 

 

È un brûlé adatto ai bimbi, perchè non è a base di vino, ma di succo di mele.

In realtà non è una ricetta, ma una coccola, allo stato puro.  :-)

Un caldo conforto in queste giornate fredde, nebbiose, di tempesta come quella di ieri, ma anche di sole, come oggi!

Un profumo che fa Natale, anche se il Natale se n’è già andato:

ottimo per i nostalgici! :-)

 

Per realizzarlo sono sufficienti un pentolino, un litro di succo di mele, un cucchiaio di spezie da vin brûlé e un infusore per le spezie.

Il mix di spezie per vin brûlé si trova, facilmente, già pronto; se così non fosse, si può comporre con cannella, chodi di garofano, scorza d’arancia, anice stellato.

Si mette sul fuoco il succo di mela con le spezie, per circa dieci minuti.

Il profumo delle spezie in tutta la casa sarà rivelatore, il succo di mela brûlé è pronto per ritemprare le nostre membra stanche ma soprattutto le nostre anime un po’ provate.

Fino ad ora, tutti quelli a cui l’ho fatto provare, sono stati piacevolmente sorpresi dalla gradevolezza della bevanda, bimbi compresi! che sono i giudici più severi ;-)

Buon caldo brûlé!  :-D

 

corso di aggiornamento “Nutrizione vegetariana in età pediatrica”

 

 SABATO 30 NOVEMBRE 2013

corso di aggiornamento in nutrizione umana

“NUTRIZIONE VEGETARIANA IN ETA’ PEDIATRICA”

Ancona

 

E’ il primo corso SINVE in Nutrizione Vegetariana Pediatrica, dedicato a biologi, dietisti, medici.

Parteciperò al corso come relatrice e sono molto contenta di poter sentire gli interventi dei più grandi esperti di nutrizione vegetariana in Italia!

Se siete in zona, non fatevelo scappare! sempre che ci siano ancora posti disponibili :-)

Qui: loca_corso_ECM_AN2 la locandina del corso